CONSULENZA GRATUITA: WHATSAPP 351.810.88.94 info@slimcenter.it (081) 502.28.58 | Lun-Ven ore 9:00 -18:00 Orario continuato |

Bioimpedenziometria Analisi massa grassa , acqua totale ,muscolare con Tanita 780

Per effettuare una seduta di BIA con Tanita 780 puoi contattarci qui

 

Bioimpedenziometria con Tanita 780

Fidati di Tanita  780

Cinque motivi per cui la tecnologia Tanita BIA è all’avanguardia

  1. Massimi livelli di precisione e precisione clinica
  2. Scelto da esperti per eccellenza clinica
  3. Progressi rivoluzionari nella ricerca .
  4. Ripetibilità delle misure prese
  5. La tecnologia Tanita Bio-Electrical Impedance Analysis (BIA) è la più ampiamente convalidata oggi sul mercato e considerata il gold standard nella tecnologia BIA.

 

Con Tanita 78 avremo in soli 20 secondi  una valutazione istantanea dello stato di salute e fitness.
Un monitor di composizione corporea Tanita può fornire un’istantanea dello stato di salute e fitness di un individuo in meno di 20 secondi.                                                                                                                                        Con letture vitali tra cui percentuale di grasso corporeo, idratazione, massa muscolare, BMR, grasso viscerale e molto altro.

 

Basi scientifiche e tecniche della bioimpedenziometria
TANITA (validazione DEXA)
La BIA Tanita misura la composizione corporea in posizione eretta, differentemente dalla BIA tradizionale che effettua la misura in posizione

supina attraverso l’applicazione di elettrodi adesivi. La misurazione in posizione eretta permette di misurare contemporaneamente il peso corporeo, richiede poco spazio
e non necessita dell’utilizzo di elettrodi adesivi. La validità e l’accuratezza della BIA Tanita rispetto alla metodica
tradizionale sono state scientificamente dimostrate utilizzando la DEXA come riferimento.
(A. Pietrobelli et al., A role for bioimpedance analysis (BIA), International Journal of Body Composition research 2009).  La  Bia è una tecnica utilizzata per valutare                                                                                          la composizione corporea. Possiamo ottenere un quadro delle percentuali di acqua e grasso di cui è composto il  corpo.

 

I parametri analizzati:

Indice di Massa Corporea (IMC)
La BIA Tanita, essendo anche una bilancia con certificazione medicale, è in grado di fornire
automaticamente la misura dell’IMC, che è il rapporto tra il peso espresso in kg e il quadrato
dell’altezza espressa in metri. L’IMC è l’indice più utilizzato a livello mondiale per definire il grado di
sovrappeso/obesità (un individuo è considerato sovrappeso se l’IMC>25).

Massa grassa (MG) (% e peso)
Una certa quantità di grasso è necessaria come riserva energetica e come protezione degli organi
interni. Una buona forma fisica presuppone un valore di MG del 15-23% rispetto al peso corporeo.

Massa magra (MM) (% e peso)
Comprende tutto ciò che non è grasso corporeo (proteine, acqua, minerali e glicogeno) e una buona
forma fisica presuppone un valore di MM del 77-85% rispetto al peso corporeo.

Massa muscolare (MMusc) (% e peso)
Corrisponde a circa il 40% della massa magra. Svolgendo una regolare attività fisica ed alimentandosi in modo                                                                                                                                                                                        opportuno la massa muscolare è stimolata e aumenta, portando un aumento del metabolismo basale.
Acqua totale, acqua intracellulare e acqua extracellulare (% e peso)
L’acqua corporea totale rappresenta in media il 60-62% del peso nell’uomo e il 56-58% nella donna.
L’acqua totale è la componente principale della MM. In condizioni fisiologiche la sua percentuale sulla
MM può oscillare dal 67,4% al 77,5% in funzione dell’età e dello stato nutrizionale

Il 60% circa dell’acqua totale è ripartita nello spazio intracellulare e il restante 40% è extracellulare.La riduzione dell’acqua intracellulare (intracellular water ICW) al di sotto del valore fisiologico è spessoriconducibile a uno stato di sofferenza cellulare causato da fattori osmotici o da squilibri elettrolitici.
Tuttavia, con l’avanzare dell’età si potrebbe assistere ad una fisiologica contrazione dello spazio intracellulare e a una reciproca espansione di quello extracellulare, segnale di una ridotta attività metabolica.
L’acqua extracellulare (extracellular water ECW) comprende l’acqua interstiziale (14% del peso corporeo),plasmatica (4%), linfatica (1%) e transcellulare (1%). I liquidi pleurico, pericardico e peritoneale fanno partedell’acqua transcellulare e la loro espansione è legata all’evoluzione di alcune condizion-i cliniche. L’intervallodi normalità dell’ECW è tra 40 e 43% e un suo eccesso è quasi sempre una condizione da evitare. Studi recenti hanno dimostrato che individui sovrappeso o obesi possono avere un’elevata percentuale di ECW e un rapporto ECW/ICW > 0,85. Anche in presenza di un ambiente extracellulare ipersodico (diete ricche di sale) siassiste ad un aumento dell’acqua extracellulare.

Angolo di fase
Parametro elettrico che esprime la proporzione tra lo spazio intracellulare e quello extracellulare. È direttamente legato
all’integrità delle membrane cellulari. In un individuo sano il valore dell’angolo di fase oscilla tra 5 e 7 gradi. L’angolo di
fase diminuisce quando la massa cellulare si riduce ed è utile per valutare lo stato nutrizionale.

Indice di grasso viscerale (viene calcolato attraverso uno speciale algoritmo validato)
Il tessuto adiposo viscerale (VAT = Visceral Adipose Tissue) è grasso che si accumula nella cavità addominale e attorno
agli organi interni. Si ritiene che il VAT abbia maggiori possibilità di causare malattie legate allo stile di vita rispetto al
tessuto adiposo sottocutaneo (SCAT), pertanto conoscere e controllare periodicamente il rischio di accumulo di VAT
rappresenta un’importante guida nella prevenzione delle malattie legate allo stile di vita.

Il grasso viscerale si trova in profondità nella zona addominale centrale, che circonda e protegge gli organi vitali. Anche se il peso e il grasso corporeo rimangono costanti, quando si invecchia la distribuzione dei grassi cambia ed è più probabile che si spostino nella zona addominale. Garantire un livello sano di grasso viscerale riduce direttamente il rischio di alcune malattie come malattie cardiache, ipertensione e può ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 2.  Misurare il grasso viscerale con una scala di grasso corporeo consente di tenere traccia dei potenziali problemi e testare l’efficacia della dieta o dell’allenamento.

Indice di massa muscolare della gamba (Leg muscle score) (kg/m2)
Questo indice è utile per determinare la propria condizione fisica. Viene calcolato dividendo la massa muscolare della
gamba per il peso corporeo. Un individuo sano di 20-25 anni dovrebbe raggiungere un valore di 100.
Metabolismo basale (MB): corrisponde al dispendio energetico a riposo
L’ aumento della massa muscolare provoca l’innalzamento del MB. Un persona con un alto MB è in grado di bruciare
più calorie a riposo rispetto ad un individuo con un minor valore di MB.
Età metabolica
Questo valore mette in relazione il MB e l’età. Se l’età metabolica indicata è maggiore dell’effettiva età del soggetto è
necessario aumentare il livello di esercizio fisico.

 

 

Esempi di schermate-

Come svolgere correttamente  un esame bioimpedenziometrico:
• Effettuare la misura:

– Almeno tre ore dopo il risveglio
– Almeno tre ore dopo l’ultimo pasto, possibilmente leggero
– Almeno dodici ore dopo esercizio fisico importante
– Almeno 12 ore prima non bere alcool
• Effettuare la minzione prima dell’ esame
• Effettuare possibilmente allo stesso orario e nelle stesse condizione ogni successivo controllo
• Non effettuare possibilmente l’ esame durante il ciclo mestruale
(in controlli ravvicinati, interpretare correttamente i dati se questo non è sempre possibile)
• Non effettuare l’esame dopo eccessiva sudorazione e conseguente perdita importante di liquidi
(es. giornate particolarmente calde)
• Non avere applicato nelle ore precedenti creme su mani e piedi
• Se la pelle delle superfici di mani e piedi è particolarmente secca, inumidire prima
di effettuare l’esame.